Helios
Helios > Coprenti decorativi > Legno
  • Aumenta lo spazio tra le righe
  • Aumenta font
  • Diminuisci font
  • Stampa

Vernici per legno BORI


Il legno rimane un organismo vivente anche dopo avergli attribuito il valore d'uso. Con l'effetto dell'umidità e degli sbalzi di temperatura i vari tipi di legno si ingrossano e si contraggono. I raggi ultravioletti decompongono la lignina nel legno che diviene perciò grigio, ruvido e secco. Il legno viene attaccato dagli insetti e dai microorganismi vegetali, tra i quali nel nostro ambiente si distinguono per pericolosità i funghi, la putredine e l'azzurramento. Il legno non protetto invecchia e perde il valore qualitativo ed estetico.

Per questo motivo la scelta del coprente giusto è di vitale importanza. Il legno esterno va protetto in particolar modo con coprenti sufficientemente elastici da consentirgli di respirare, offrendogli nel contempo la protezione dagli influssi degli agenti atmosferici e biologici.

Alla Helios produciamo tre tipi base di coprenti per la protezione e la decorazione del legno: impregnanti ovv. vernici trasparenti BORI, coprenti TESSAROL nonché lacche IDEAL e TESSAROL.

Cosa sono i prodotti BORI?

BORI sono coprenti trasparenti per il legno che creano in superficie un film trasparente.

BORI impregnante antibattericida e BORI impregnante antibatterico eco-compatibile:

  • protegge il legno dai microorganismi vegetali e/o animali;

  • penetra profondamente nel legno.


BORI impregnante naturale:

  • colora decorativamente il legno e lo protegge dagli agenti esterni;

  • i pigmenti trasparenti accentuano l'aspetto naturale del legno;

  • può esser usato come impregnante naturale prima dell'applicazione di IDEAL lacche per parquet e TESSAROL vernici.


BORI finitura cerata UV PROTECTION:

  • crea un film ricco, dalla brillantezza satinata;

  • contiene cere che aumentano l'idrorepellenza del prodotto;

  • contiene il filtri UV che protegge il legno dall'influsso dei raggi solari;

  • il film protettivo non si screpola e non si sfoglia;

  • garantisce la stabilità dimensionale del legno - non si contrae e non si ingrossa a causa dell'influsso dell'umidità.


Che cosa influisce sulla protezione del legno?

  • la qualità dell'impregnante usato;

  • la scelta corretta dell'impregnante ovv. del sistema impregnante che deve essere adatto alla modalità d'impiego ed all'esposizione all'ambiente aggressivo;

  • tonalità dell'impregnante, numero di applicazioni e qualità del lavoro;

  • tipo e qualità del legno, la sua struttura e lega;

  • manutenzione regolare.


Condizioni fondamentali:

  • per la verniciatura bisogna scegliere una giornata di bel tempo senza pioggia o nebbia, in quanto l'alto grado di umidità dell'aria influisce negativamente sull'essiccazione della vernice;

  • gli oggetti non vanno verniciati all'aperto, quando sono coperti di rugiada bisogna attendere che si asciughino e riscaldino alla temperatura ambiente.


Lavorazione della superficie:

  • prima della verniciatura il legno deve essere asciutto: il contenuto d'umidità nel legno di conifere non deve superare il 15%, mentre nei latifogli il 12%;

  • rimuovere i grassi e le impurità con sgrassanti adatti;

  • i vecchi strati di vernice che non sono più ben attaccati alla base vanno completamente rimossi meccanicamente, con sverniciatori o con il calore;

  • se si desidera solamente rinfrescare uno strato, basta pulirlo accuratamente e levigarlo leggermente.


Indicazioni importanti per il lavoro e scelta dell'impregnante adatto:

  • scegliere l'impregnante adatto al prodotto che si desidera verniciare ed alle condizioni alle quali è esposto aiutandosi con le istruzioni pubblicate sul nostro sito e sulle confezioni.

  • prima dell'inizio di ogni applicazione bisogna mescolare accuratamente l'impregnante;

  • prima della verniciatura verificare su una parte minore del vecchio strato che il nuovo impregnante non venga intriso o non intenerisca quello vecchio;

  • a causa del forte influsso del tipo di legno sulla tonalità finale, consigliamo di fare una prova su una parte minore della superficie che desiderate proteggere e decorare;

  • gli impregnanti trasparenti lasciano passare un'ingente quantità di raggi ultravioletti che decompongono la lignina del legno (ingrigimento del legno) e perciò si sconsiglia di impiegarli in modo a se stante per il legno all'esterno.

  • BORI impregnanti a base acquosa (BORI impregnante, BORI finitura cerata UV PROTECTION):

- nelle istruzioni per l'uso (sulla confezione) è riportata la temperatura alla quale si crea ancora il film (valori limite);
- utilizzare gli attrezzi adatti alle vernici a base acquosa;
- la vernice teme il gelo

  • l'impregnante va applicato in diversi strati sottili negli intervalli temporali riportati nelle istruzioni;

  • per il trattamento di tettoie, casseforme consigliamo di impregnare il legno da entrambe le parti in quanto ciò consente una migliore stabilità dimensionale;

  • il modo più adatto per effettuare la verniciatura è posizionare orizzontalmente gli oggetti trattati;

  • iniziare a verniciare gli oggetti fissati dalla parte posteriore verso quella anteriore e dal basso verso l'alto;

  • durante la verniciatura di superfici più ampie bisogna verniciare l'intera superficie senza interruzioni del lavoro;

  • il numero di mani di impregnante influisce sulla tonalità - ad ogni mano la tonalità diviene più scura;

  • per il rinnovo degli impregnanti bisogna scegliere una tonalità più chiara di quella originalmente applicata oppure mescolare la tonalità originale con quella trasparente di qualità adatta;

  • le eventuali macchie che si creano durante la verniciatura vanno pulite mentre sono ancora fresche con NITRO ovv. TESSAROL diluente;

  • gli attrezzi usati vanno lavati subito dopo l'utilizzo (con diluente o acqua).

 

Difetti

Cause dei difetti

cattiva aderenza dell'impregnante

la base non è stata pulita a dovere, presenza di grassi

superficie ruvida

tralasciare la levigatura del legno ovv. del primo strato di impregnante

strato finale morbido e non resistente

applicazione troppo rapida dei singoli strati

l'impregnante non essicca

sverniciatori chimici non lavati, troppa umidità e temperatura troppo bassa

screpolatura dell'impregnante, sottili screpolature e crespe

applicazione dell'impregnante in uno strato spesso

sfogliatura

il vecchio impregnante che si sfogliava non è stato rimosso, il supporto non è stato pulito a dovere

"ingrigimento" rapido del legno esposto all'influsso degli agenti atmosferici

protezione con impregnanti trasparenti che non contengono filtro UV

tonalità inadatta

l'impregnante non mescolato o scarsamente mescolato prima dell'utilizzo

inscurimento della tonalità durante il rinnovo

utilizzo della tonalità originale

comparsa di grumi sulla superficie dell'impregnante

attrezzi sporchi, supporto non pulito a dovere, miscelatura di impregnanti a base solvente e acrilici

superficie a chiazze

applicazione dell'impregnante in maniera non uniforme

bollitura della superficie

utilizzo di attrezzi sbagliati o non sufficientemente puliti


torna ad inizio pagina